Andrea Palladio (1508-1580)

Andrea Palladio

Nato a Padova, iniziò a lavorare giovanissimo come scalpellino a Vicenza dove il Giangiorgio Trissino ne intuì le doti e lo guidò nella crescita intellettuale. I due fecero numerosi viaggi a Roma dove Palladio ebbe modo di approfondire lo studio dell'architettura classica.

Seppe creare un modello di architettura dove il linguaggio della bellezza e della proporzione sviluppato su modelli antichi veniva messo al servizio della funzione razionale. Ecco che le sue ville, organizzate come efficienti aziende agricole, erano allo stesso tempo dimore di prestigio per i nobili del tempo.

Iniziò progettando e costruendo ville nel vicentino, finché vinse con il suo geniale progetto l'incarico della ristrutturazione della Basilica di Vicenza. A Venezia costruì le sue più importanti opere religiose e diede alle stampe nel 1570 i “Quattro libri dell'Architettura” che diffusero i suoi principi e i suoi modelli in tutto il mondo occidentale gettando le basi dell'architettura occidentale.