Manzoni Bianco
Il vitigno Incrocio Manzoni 6.0.13 è il risultato del fortunato incrocio tra il pinot bianco e il riesling renano, frutto degli studi del Professor Luigi Manzoni negli anni '20 all'Istituto Sperimentale di Conegliano. Nella nostra zona è considerato autoctono, e sta riscuotendo un notevole successo.


Manzoni Bianco

VILLA DI MASER

MANZONI BIANCO

IGT COLLI TREVIGIANI

 Medaglia d'Oro Berliner Wein Trophy

MEDAGLIA D'ORO

BERLINER WEIN TROPHY 2009

Il vino presentato
da Eddy Furlan

E’ vino da accompagnare con frutti di mare crudi, frittura di calamari e gamberi, “risi e bisi”, prosciutto di S. Daniele con melone. 

Ha colore giallo dorato chiaro; è brillante con istantanea formazione di archetti sulla parete del calice.

Al primo naso rivela carattere fruttato,con evidenti note di pesca e mela golden ben mature, poi si apre verso sfumature “vegetali” che danno percezione di pomodoro verde e fiori di geranio.

In bocca è secco, fresco, morbido, con centrata alcoolicità ben equilibrata con gli altri elementi della struttura; una piacevole sapidità accompagna nel finale la nota vegetale che si apre anche verso delicate percezioni di basilico.

VarietàIncrocio Manzoni 6.0.13
Vigneto
Valdelroro
Densità di
impianto
5500 piante per ettaro
Forma di allevamento
Controspalliera allevata a guyot
Terreno

Alluvionale con abbondante scheletro, mediamente argilloso.

Giacitura ed
Esposizione

Lieve pendenza verso sud-est.

Altitudine
140 m. slm.
Resa media
5 tonnellate per ettaro
VendemmiaA piena maturazione, manuale, in casse con scelta dei grappoli
VinificazionePressatura soffice delle uve diraspate, decantazione statica del mosto, fermentazione in vasche inox a temperatura controllata.
 Sulle fecce nobili 4-6 mesi, 6 mesi in bottiglia
Grado alcolico
13,5%
Zuccheri
4 g/lt